L.C. Langhirano Tre Valli

Sala, risate in dialetto per il taxi sociale.

I soci del Lions Club Langhirano «Tre Valli» continuano nella loro incessante opera di solidarietà. Questa volta hanno aiutato il servizio  del Taxi Sociale di Sala Baganza. 
Lo hanno fatto organizzando una divertente commedia dialettale: fra numerose risate e applausi a ripetizione del folto pubblico presente «Bèl cmè l’sòl» è stata rappresentata nel teatro comunale di Felino dagli attori della Famija Pramzana.
Tante le persone che hanno accolto l’invito ad assistere a questa iniziativa benefica e si sono recate volentieri a teatro. 
Grazie a loro i dirigenti del Lions Club Langhirano «Tre Valli» sono riusciti a raccogliere una discreta somma che verrà interamente devoluta al Taxi Sociale di Sala Baganza per acquistare nei prossimi giorni una nuova autovettura. 
Al termine Roberto Beretta non ha nascosto la propria soddisfazione, sia come  presidente dei Lions Club Langhirano «Tre Valli» sia come socio della Famija Pramzana. 
«La nostra iniziativa ha riscosso il successo che ci aspettavamo. Il teatro era pieno, come ci auguravamo; di conseguenza, con tanta gente presente, è stata positiva anche la nostra raccolta fondi. Siamo molto soddisfatti. Fare del bene per gli altri e farlo in questo modo allegro è ancora più soddisfacente. Il nostro è un gruppo di persone che fa sentire la sua presenza come può, aiutando dove ci sono piccole necessità».
Si sapeva che i Lions Club Langhirano «Tre Valli», nati nel 1984, avevano un cuore grande. In passato lo hanno dimostrato in più occasioni. Nel 2009 hanno aiutato il Comune di Sala contribuendo alla costruzione di una stanza multimediale dedicata a bambini e ragazzi,  all’interno della biblioteca comunale nella Rocca Sanvitale. 
Nel 2011 invece hanno dato una mano all’amministrazione comunale felinese per realizzare un’area verde a Felino, nella lottizzazione Corte Castello e nelle immediate vicinanze di «Villa Matilde». E a questa casa protetta hanno fornito strutture per la riabilitazione motoria.

Fonte:http://www.gazzettadiparma.it

Annunci