L.C. Scarnafigi Piana del Varaita

La Biblioteca di Saluzzo presenta ed inaugura venerdì 16 marzo il progetto “Libro Parlato”.

Alle 11.30 di venerdì 16 marzo prossimo, nella Biblioteca cittadina di via Volta 37, ci sarà la presentazione e l’inaugurazione del progetto “Libro parlato”, frutto della sinergia fra il Comune di Saluzzo ed il “Lions Club Scarnafigi Piana del Varaita” che godrà del sostegno della Fondazione della locale Cassa di Risparmio.

Dal 1975 – quando l’iniziativa nacque, a livello nazionale, per iniziativa del “Lions Club Verbania” con la denominazione di “Servizio del Libro Parlato per i ciechi d’Italia ‘Robert Hollman’ del Lions Club Verbania” – il servizio è riservato ai non vedenti, ipovedenti, dislessici e alle persone che, a causa di disabilità fisiche o sensoriali, non sono in grado di leggere autonomamente.

Si tratta di un’iniziativa che ancora oggi ha, come scopo specifico, quello di promuovere la “buona lettura” e la cultura tra i non vedenti tramite la distribuzione, gratuita ed in prestito, di libri registrati su cassetta ed ora anche su Cd in formato Mp3. Consiste nella distribuzione gratuita e in prestito di libri registrati (audiolibri) che vengono scaricati dal sito http://www.libroparlatolions.it: una vera e propria biblioteca online formata da un catalogo che attualmente conta circa 8.000 testi che spaziano fra letteratura e saggistica presso la quale sarà disponibile anche un ulteriore servizio, specifico per i dislessici, che si chiama eLeggo® ed basato su una procedura web che mette a disposizione di questi specifici utenti dei testi di studio stampati o vocalizzati in modo adeguato alle loro capacità.

Il servizio sarà fruibile attraverso un computer e gli utenti della Biblioteca potranno
accedere al sito  per scaricare in perfetta autonomia i titoli scelti.

Sul sito internet dal quale si scaricano i testi, è presente anche la procedura per diventare “donatori di voce”: prestare cioè la propria voce trasformare un bel libro – magari già letto, per trasmettere al meglio le emozioni provate leggendolo la prima volta – in  un “Libro Parlato” a disposizione dei non vedenti. E’, ovviamente, necessario essere in possesso di personal computer, masterizzatore, cuffie con microfono. E’ inoltre richiesto un ambiente silenzioso ed è opportuno registrare la lettura di un solo periodo o di un breve brano, ascoltarne la registrazione per verificarne ed eventualmente migliorarne la qualità. La registrazione di un “Libro Parlato” esige insomma disponibilità di tempo e molta pazienza.

Fonte: http://www.targatocn.it

Annunci