L.C. Ciriè D’Oria

A lezione di con il Lions Club Ciriè D’Oria.

Lions Club impegnato nella sensibilizzazione e informazione rispetto alle malattie tumorali. Martedì mattina il Lions Club Ciriè D’Oria ha organizzato un duplice incontro per gli studenti dell’Itis D’Oria di via Prever e per le classi del professionale in via Battitore. In “cattedra” il dottor Domenico Mossotto, ginecologo e socio del Club. «Si tratta del progetto Martina, condotto dal Lions a livello nazionale con il patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione (Miur) – spiega Elisa De Maria, presidente del Club locale. 

Il primo obiettivo è di sensibilizzare le giovani generazioni sul fatto che il cancro può coinvolgere a tutte le età, il secondo è quello di fare prevenzione attraverso, ad esempio, semplici regole alimentari». Un semplice questionario distribuito a fine incontro saprà costituire il giusto feed back per chi ha proposto l’iniziativa. Non solo a Ciriè le scuole coinvolte. Il Lions Club Valli di Lanzo lo scorso mercoledì ha tenuto lezione all’istituto superiore Albert di Lanzo. Un riconoscimento del Miur ha premiato come service nazionale 2011-2012 il “Progetto Martina – Parliamo ai giovani di tumori: lezioni contro il silenzio” e l’impegno dei Lions italiani in centinaia di scuole. Il Ministero per la prima volta ha inviato a tutti gli istituti scolastici una lettera nella quale viene evidenziata la validità del progetto e l’importanza dei Lions nel portarlo avanti.
Il progetto prende nome da Martina, una giovane donna che si sottopose ad esami diagnostici quando il suo nodulo al seno denunciò un tumore in stadio avanzato e che lasciò un testamento dove chiese espressamente “che i giovani siano accuratamente informati e educati ad avere maggior cura della propria”.
L’iniziativa di informare i giovani sui tumori, voluta e coordinata dall’associazione “Noi e il cancro – Volontà di Vivere”, è già in atto dal 2000 in molte scuole di Padova. La richiesta di Martina ha fatto comprendere ai medici Lions che l’iniziativa locale meritava di avere un coordinamento nazionale. 

Fonte: http://www.ilrisveglio-online.it

Annunci