L.C. Sanremo Host

Il professor Vittorio Sgarbi ospite del Lions Club Sanremo Host. 

Un successo la serata organizzata dal Lions Club Sanremo Host, giovedì 19 aprile al Grand Hotel Londra di Sanremo. Numerosi i soci Lions che hanno accolto con entusiasmo, l’invito del Presidente Mario Berardi, per assistere alla presentazione del libro “L’ombra del divino nell’arte contemporanea” di Vittorio Sgarbi (ed. Cantagalli). Il noto e affermato critico e storico dell’arte, pur di mantenere fede, agli impegni presi da alcuni mesi con il presidente Mario Berardi, del Lions Club Sanremo Host, ha respinto la richiesta ricevuta nella mattinata di giovedì, dal giornalista e conduttore televisivo, Michele Santoro, che lo invitava a partecipare alla sua trasmissione, e nonostante la visibilità e certamente il compenso economico, il Prof.Sgarbi, ha scelto di onorare l’impegno preso con il Lions Club Sanremo Host. Una visibilità che prevedeva milioni di telespettatori, per passare a soli 115 ascoltatori, ma come ha affermato il Professore “di qualità e di grande ospitalità che rende onore non solo alla splendida Liguria ricca d’immensi tesori d’arte, ma anche al buon nome di Sanremo e dei suoi abitanti”. 

Nonostante un interruzione del traffico, sull’autostrada Genova-Ventimiglia, causato da un incidente, il ritardo del Prof.Sgarbi, è stato limitato grazie alla bravura del suo autista Jack(non il classico bodyguard Americano, ma un simpaticissimo romano, con un forte accento dialettale, con un volto e uno sguardo degno di un attore non protagonista, di un film di Fellini). L’arrivo del Prof. Vittorio Sgarbi, nella hall del Grand Hotel Londra, è stato accolto con entusiasmo, da molti suoi ammiratori. Con gioia e un incredibile spirito di umanità e semplicità, Sgarbi si concedeva ai suoi estimatori, firmando dediche sui libri o su fotografie.

 Accompagnato dal Presidente Mario Berardi e dal cerimoniere Luca Spada del L.C.Sanremo Host, il Prof. Vittorio Sgarbi, quando è entrato nello splendido salone Imperiale del Grand Hotel Londra, è stato ricevuto con applausi da tutti i soci lions  e dagli ospiti presenti. Il cerimoniere del Club Luca Spada, dopo aver salutato tutti gli intervenuti alla serata organizzata per la presentazione del libro “L’ombra del divino nell’arte contemporanea, ha presentato le persone sedute al tavolo presidenziale: Mario Berardi(pres.L.C.Sanremo Host), Vittorio Sgarbi(autore e relatore della serata), Sara Muià D’Amico(Pres.Circoscrizione), Vincenzo Benza(Pres.di Zona), Micaela Anceresi (Pres.L.C. Ventimiglia), Paolo Ferrari(Pres.L.C.Matutia) con la moglie Angela, Enza Muto( 1°vice-presidente e Presidente designato per l’anno sociale 2012-2013 del L.C.Sanremo Host), Antonio D’Amico e Stefano Saponaro(assistenti e coordinatori del libro)

 Durante la cena conviviale, Vittorio Sgarbi, oltre ad intrattenersi con il Presidente Berardi e Sara Muià, ha firmato numerosissimi libri, con tanto di dedica personale e senza mai stancarsi, nonostante le telefonate che continuamente riceveva, da amici e politici.

 Al termine della cena, dopo la breve presentazione dell’illustre ospite, il Presidente Berardi ha dato la parola a Vittorio Sgarbi. Uno Sgarbi senza falsa retorica, che ha mantenuto fede alla sua forza dirompente contro le ingiustizie e i falsi moralismi, un grande uomo di cultura, dove genio e trasgressione, non hanno confini. La comunicazione di Sgarbi, può offendere ed esaltare, in Lui il bello e il brutto sono come il giorno e la notte, o come il nero e il bianco, dove  nessuno può esistere se non ci fosse il suo esatto contrario. Genio e sregolatezza, in lui non ci sono paletti o regole, questo è stato ed è Vittorio Sgarbi.

 

Una platea attenta, dominata da un’arte oratoria unica che solo Vittorio Sgarbi riesce a far penetrare, sviluppando ad ogni sua parola l’immagine come fosse tridimensionale. Impossibile non capirlo, le sue spiegazioni e descrizioni, sono talmente precise, che grazie alla sua fantastica eloquenza, ti sembra di percepire la vicinanza e gli effetti attrattivi dell’opera stessa. Ne intravedi i colori e le sfumature, ne percepisci la straordinaria magia dell’autore e del suo ingegno, e come essere proiettati in un viaggio cosmico oltre i confini del tempo, per rivivere la realizzazione dell’opera. 

Con Sgarbi la cultura e le opere d’0arte , non hanno segreti, si rivelano in tutta la loro bellezza, non ci sono paratie o muri di cemento che ne impediscono la visione e comprensione. Il libro  “L’ombra del divino nell’arte contemporanea”, ne è un esempio, Sgarbi indaga, su alcune  prove realizzate da architetti, pittori e scultori, per  “capire e scoprire” i limiti e le ispirazioni che hanno gli artisti, quando si confrontano con il sacro. Nel libro, la cattedrale di Noto, con le nuove decorazioni pittoriche, stilisticamente contestuali al ‘700, iniziate nell’estate del 2009, dopo il crollo del 1996, ha rappresentato una importante occasione per tornare a parlare di Arte Sacra, in un’epoca che sembrava aver rinunciato al Divino. 

Fonte: http://www.sanremonews.it

Annunci