L.C. Macerata Host

Il bosco di Piegusciano diventa orto botanico.

Martedì scorso, nell’ormai consueta ma sempre splendida cornice di Villa Quiete a Montecassiano, il LIONS Club Macerata Host ha presentato il service per l’anno sociale 2012-2013.

Si tratta di un’azione di servizio con una concreta ed efficace ricaduta sul territorio maceratese. Negli scorsi mesi, infatti, il direttivo del Lions Club Macerata Host ha perfezionato l’acquisto di una proprietà boschiva nelle immediate vicinanze di Camerino, in località Piegusciano.

Il presidente del Club, Massimo Serra, spiega così le ragioni di questa scelta: “Abbiamo scelto Piegusciano perché nell’ambito del service mondiale ‘Piantiamo un milione di alberi’ come Club di Macerata abbiamo voluto salvaguardare un bosco che altrimenti sarebbe stato raso al suolo. 

È un bosco millenario, sul quale sorgeva un monastero francescano, dove si dice abbia pregato San Francesco e dove sono stati ritrovati dei reperti romani. Proprio per la sua importanza ci proponiamo di valorizzarlo al massimo nei prossimi anni. La nostra volontà è quella di creare un punto di ricerca botanica, artistica, culturale, religiosa, perché si tratta di un luogo magico, ricco di storia e per noi il futuro è la storia e la salvaguardia dell’ambiente”.

Si tratta, dunque, di un’area verde ricca di piantumazioni secolari e di specie arboree di particolare pregio e rarità, un aspetto che è stato certificato dalla relazione affidata alla Scuola di scienze ambientali dell’Università di Camerino.

La dottoressa Roberta Tacchi, curatrice dell’Orto botanico dell’UNICAM, ha studiato il luogo dal punto di vista scientifico: “Il bosco è molto interessante dal punto di vista botanico perché è un lembo di bosco non naturale che, però, è compresso tra dei campi coltivati e rappresenta una grande risorsa dal punto di vista della biodiversità perché diventa, così, un serbatoio di semi di piante che poi si possono propagare negli ambienti vicini. Nell’impianto sono presenti piante esotiche perché appunto è stato costituito come parco. Di notevole interesse la presenza di tre esemplari di sequoia, una delle quali in buonissime condizioni. Di pregio anche il fatto che questo bosco venga rinaturalizzato, nel senso che si stanno reinserendo tutta una serie di specie che sono tipiche del nostro ambiente, come il leccio, il tiglio, l’acero”.

Oltre alla dottoressa Tacchi, è stata invitata un’altra illustre ospite, la professoressa Daniela Moltedo, a sviluppare i temi storico-culturali di un service di tale importanza: “è un bosco sacro perché conteneva, oltre al convento, la chiesa della Santissima Annunziata officiata dai frati minori osservanti. Tutto ruota attorno alla presenza di San Francesco in questo luogo e dell’albero che è stato piantato per lui pare da un suo seguace. 

I frati francescani hanno tutelato questo luogo e la chiesa, nella sua semplicità, è stata arricchita da una tavola meravigliosa che è una annunciazione e che può essere ammirata in tutta la sua bellezza nella pinacoteca civica di Camerino. Questo bosco ha avuto fra i suoi possessori anche la poetessa Rosa Berti Sabbieti, che ha contribuito a salvaguardarlo e ha dedicato una poesia proprio all’albero di San Francesco”.
A conclusione del meeting, Robertino Perfetti, in qualità di Officer distrettuale per il service internazionale, ha tenuto a precisare come questo progetto di recupero e conservazione del bosco di Piegusciano non potrà esaurirsi nel prossimo anno sociale ma vedrà impegnato in un servizio di ampio respiro a favore di tutta la comunità l’intero club maceratese, in special modo il nuovo direttivo composto da Roberto Accardi (presidente), Robertino Perfetti (vicepresidente), Andrea Corsalini (secondo vicepresidente), Massimo Serra (Past President), Guglielmo Borgiani, Pompeo Nicolì, Sergio Lamberti, Massimo Olivelli, Gianni Niccolò, Giovanna Ceci, Tommaso Martello e Alessandra Massari (consiglieri).

Nella foto di Corrado Vanella, da sinistra, Roberta Tacchi, Massimo Serra, Daniela Moltedo, Robertino Perfetti

Fonte: http://www.cronachemaceratesi.it

Advertisements