L.C. Sanremo Host

Grande successo per il concerto di Sergej Krylov a Sanremo.

Concerto di levatura altissima domenica 29 maggio, al teatro dell’opera del Casino municipale: un pubblico foltissimo ed entusiasta ha applaudito a lungo il violinista moscovita Sergej Krylov e l’Orchestra Sinfonica di Sanremo uniti nel concerto in re minore op.77 di Johannes Brahams.  L’evento è stato organizzato in collaborazione con il Lions Club Sanremo Host e l’Associazione Amici della Sinfonica.

Un talento tra i più fulgidi del panorama mondiale, Krylov suona con un’energia prodigiosa uno Stradivari del 1734 e lo conduce attraverso la partitura densissima del concerto di Brahms, composto nel 1878 per l’amico Joseph Joachim, riscaldandone il suono progressivamente fino a formare un amalgama potente e morbido con il tutti dell’orchestra.
La tecnica formidabile di Krylov e la grande caratura della nostra Orchestra hanno entusiasmato il pubblico che si è dimostrato un’partner’ attento e partecipe.
 
Nella seconda parte la bacchetta del maestro Bruno Santori ha accompagnato l’orchestra in una bella lettura della sinfonia n. 1 in Do maggiore di Ludwig van Beethoven, composta fra il 1799 e 1800, colma di ritmo e di energia e vivificata dal  suono caldo e pieno della nostra orchestra, una compagine professionistica che moltissime città ci invidiano.
A questo proposito abbiamo sentito il maestro Santori che ci ha parlato della sua esperienza  di direttore artistico e la conversazione ha toccato inevitabilmente la questione spinosa dei finanziamenti e la difficoltà  di attrarre capitali privati. Il Maestro, il cui contratto scade alla fine del 2012, si augura che tutta la città si accorga del valore che possiede e faccia tutto ciò che è in suo potere per salvaguardare la ricchezza inestimabile che questa Orchestra rappresenta.

di Nicolò Colella

Fonte: http://www.riviera24.it

Advertisements