L.C. Parma Maria Luigia

Valori civili e morali nei versi della poetessa Patrizia Fazzi.

È una prospettiva speciale, più profonda. È un modo di osservare le cose non semplicemente vedendole, ma percependole dentro. È guardare il mondo con «l’occhio dei poeti». L’ultima fatica letteraria di Patrizia Fazzi – «L’occhio dei poeti», Edizioni del Leone – è stata presentata alla Corale Verdi. Una presentazione tra musica e parole (la musicista Maria Rosa Badeschi ha accompagnato al pianoforte i versi della poetessa), voluta da tre associazioni: Corale Verdi, Lions club Parma Maria Luigia e  Comitato femminile del Nastro azzurro. 

Quella di Patrizia Fazzi  è una poesia che comunica valori civili e morali, che guarda alla storia, alla società: «È il riflesso della vita vissuta con gli occhi dell’artista – dice Carla Corradi Musi, presidente del Lions club Maria Luigia -. È un’analisi della nostra società vista da una prospettiva speciale».  A leggere e commentare i versi poetici, insieme all’autrice, il critico letterario della «Gazzetta» Giuseppe Marchetti: «La poesia di Patrizia Fazzi – ha detto Marchetti – dà rilievo al senso profondo delle parole. In un tempo in cui le parole non valgono più nulla, questo libro diventa ancora più significativo». 
Ogni componimento reca una data e un’ora precisa, perché «ognuna è arrivata dentro di me in un momento particolare, come una folgorazione», spiega l’autrice. Flash di vita vissuta e ascoltata, che aiutano a comprendere il senso profondo degli accadimenti di tutti i giorni: «Io credo che la bellezza della poesia – dice l’autrice – stia nel fatto che i versi non sono parole che svaniscono, ma restano per l’eternità».
 
 Laura Birra
Fonte: http://www.gazzettadiparma.it
Annunci