L.C. Bordighera Ottoluoghi

Bordighera: al Grand Hotel del Mare successo per l’incontro “La riviera, un mazzo di fiori”.

Si è svolta presso il Salone del Grand Hotel del Mare di Bordighera la conferenza sui fiori del nostro territorio “La riviera, un mazzo di fiori”, tenuta dalla professoressa Laura Garberoglio ed organizzata dai Lions Club Bordighera Otto Luoghi, in collaborazione con il Bordighera Capo Nero Host. Laura Garberoglio, nativa di Arma di Taggia, insegnante di lettere per circa trent’anni, iscritta all’Istituto Internazionale di Studi Liguri dal lontano 1968 e dal 1980 al Centro Culturale Tabiese e alla Cumpagnia Armasca, collaboratrice di riviste culturali (“Provincia di Imperia”, “U Pantan”, “A Cria”…) scrittrice e storica locale. 

Ha tenuto conferenze, scritto prefazioni e presentato libri, ultimo dei quali “l’Amore oltre la guerra” dei Dott. Giuseppe e Emanuele Revelli, tratto dal diario della prima guerra mondiale, redatto sul fronte dal Dott. Giuseppe Revelli e presentato, nel 2011, al Salone del libro di Torino. Ha scritto un libro sui fiori dal titolo: “Riviera, un mazzo di fiori. “Ha pubblicato un libro sulla storia della Costa Armedana: “Arma… da una grotta… una citta”, e una biografia sull’onorevole Gianni Cozzi, dal titolo “Abitavi il sogno… quei giorni della vita di Gianni Cozzi, fra impresa e politica, nella Riviera dei Fiori”.
La relatrice ha illustrato, partendo dalla storia della nascita delle prime spedizioni di mazzetti di violette, accompagnati da messaggi d’amore, da parte di illustri villeggianti stranieri alle proprie amorose, nei vari Paesi Europei, grazie anche all’avvento del nuovo mezzo di trasporto, il treno. E, proprio così, sono nati i primi mercatini dei fiori, in primis ad Ospedaletti, poi Arma di Taggia, mentre a Bordighera sono nati i primi compositori di cestini e quant’altro per arricchire i mazzetti. Accompagnata dalle splendide immagini di Raffaello Bastiani, suo figlio, Laura Garberoglio ha spiegato come la nostra natura spontanea si è arricchita, nel lungo percorso dell’evoluzione, con specie arrivate da lontano che hanno trovato nel nostro clima le condizioni ideali per adattarsi, a tal punto di caratterizzare il paesaggio. Il tutto accompagnato da passi di poesie e adattamento musicale.

“Successivamente, Raffaello Bastiani,già nostro gradito ospite quattro anni fa, quando ci ha illustrato i particolari del mondo dell’off shore, di cui è il fotografo ufficiale, nella serata “Un millesimo a filo d’acqua”. – hanno spiegato i Lions – In questa seconda parte, è stato mostrato come è possibile, attraverso fiori locali e comuni, con l’impiego di materiali riciclati ed occasionali, quindi poco costosi, realizzare composizioni floreali che valorizzano appunto i fiori locali. Sono state proiettate splendide immagini dei risultati dei lavori effettuati dai partecipanti della Scuola del Fiore del Mercato dei Fiori di Sanremo alla quale partecipano fioristi provenienti da tutta Italia, dove intervengono anche illustri maestri internazionali, proprio con lo scopo di arricchire la creatività dei fioristi italiani. Inoltre, nel corso della serata è stato consegnato al Past-President Chicco Bedini, il distintivo del Premio Excellent, conferito al Club per l’impegno nelle attività benefiche, culturali e sportive svolte nello scorso anno”.  

Fonte: http://www.sanremonews.it

Advertisements