L.C. Isola d’Elba

RIFLESSIONI INTORNO ALLA CRISI FINANZIARIA.

E’ con la proiezione di alcune recenti  immagini di rivolte ed attentati verificatisi in Europa ed in Italia, nonché delle ultime preoccupanti dichiarazioni del Ministro Passera sulla tenuta sociale del Paese, che Francesco Guidara ha voluto dar inizio alla conferenza, o meglio, come ha voluto egli stesso precisare, ad alcune riflessioni sull’attuale crisi finanziaria paradossalmente ispirate all’ottimismo e alla ricerca di possibili favorevoli occasioni soprattutto per i giovani.

Nel corso dell’incontro, organizzato in conviviale dal Lions Club Isola d’Elba la sera di sabato 12 maggio a Portoferraio nei locali dell’Hotel Villa Ottone, Francesco Guidara, giornalista specializzato in economia e finanza, capo redattore del canale televisivo Class CNBC, analizzando il quadro dell’economia italiana, europea e mondiale, ha osservato come questo non sia certamente rassicurante: si prevede l’uscita della Grecia dall’Europa, molte grandi aziende stanno subendo una caduta finanziaria, la spesa per gli interessi sostenuta dallo Stato è a livelli allarmanti mentre il PIL è in discesa.

“E’ questa la fine?” si domanda Guidara. La sua risposta è improntata all’ottimismo: a fronte di questo quadro negativo ci sono imprese di vari settori da quello dell’auto, ai gelati, all’informatica, ecc. che stanno veramente facendo affari. Il relatore ha continuato osservando che mente sappiamo che in Italia tre giovani su dieci non hanno lavoro, rileviamo anche che tre aziende su dieci non riescono a ricoprire i ruoli  per l’evidente mancanza d’incontro fra domanda ed offerta.

“La sfida è doppia – afferma Guidara – da parte di chi si affaccia al mondo del lavoro e di chi lo offre”.

Secondo il giornalista la crisi costituisce anche una grande opportunità, ma non bisogna aspettare che qualcuno ci chiami o andare all’università tanto per andarci. Piuttosto, in un mondo in così rapida evoluzione, in cui l’informatica e la globalizzazione offrono spunti fino a poco tempo fa inimmaginabili, il consiglio fornito dal conferenziere è quello di valutare attentamente e saper prevedere come sarà il mercato fra cinque anni e di conseguenza fare le proprie scelte a partire dalla posizione scolastica e dalle specializzazioni che non necessariamente debbono mirare ai più alti livelli dell’istruzione.

Al termine dell’esposizione, sullo schermo su cui il Dr. Guidara proiettava grafici ed immagini, è comparsa una frase tratta dal famoso romanzo di Primo Levi La Chiave a Stella:  “Amare il proprio lavoro costituisce la migliore approssimazione concreta alla felicità sulla terra” con la quale si è conclusa l’esposizione.

Sono quindi intervenuti numerosi presenti che, con domande ed osservazioni riguardanti soprattutto la situazione economico-finanziaria della nostra Isola, hanno dato vita ad un interessante dibattito.

Comunicato stampa

Annunci