Home > LC Castellanza Malpensa, LC Gorla Valle Olona > LC Castellanza Malpensa – L.C. Gorla Valle Olona

LC Castellanza Malpensa – L.C. Gorla Valle Olona

4 giugno 2012

Elisa continua a tenere d’occhio i bambini.

Sono ormai diversi anni, quattro per la precisione, che tra gli obiettivi perseguiti dal Comune di Olgiate Olona rientra il Progetto Elisa, l’iniziativa con lo scopo di sottoporre i bambini entro i primi due anni di vita a un controllo che consenta di verificare che non vi siano deficit visivi dovuti all’ambliopia, cioè a quello stato che può essere definito, per i non addetti ai lavori, occhio pigro, una funzione oculare non ancora ben sviluppata, ma che se non adeguatamente curata, può portare in età adulta a patologie ben più gravi, tra le quali non is eslcude la perdita della vista. 

Lo screening viene ormai effettuato con regolarità, grazie a uno strumento chiamato autorefrattometro, acquistato grazie al prezioso contributo dei Lions Club Gorla Valle Olona e Castellanza Malpensa, nonchè della Fondazione Comunitaria del Varesotto.

“Siamo convinti che la tutela della salute e del benessere dei nostri concittadini debbano partire dalla prevenzione – spiega Gianni Montano, Assessore alla Salute di Olgiate Olona -, ed è in quest’ottica che stiamo cercando di operare come assessorato. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ci dice che l’ambliopia rappresenta una delle principali cause di deficit visivo nell’infanzia e nei giovani al di sotto dei vent’anni. A causa di questa mancanza di prevenzione il 35% dei bambini che frequentano attualmente la scuola portano gli occhiali da vista e spesso manifestano anche difficoltà nell’apprendimento scolastico che potrebbero essere ricondotte a disturbi della vista. Questo screening rappresenta una sorta di filtro che ci permetterà di scoprire con molto anticipo eventuali problemi di salute visiva del bambino in modo da intervenire tempestivamente”.

Grazie a questi controlli è stato possibile intercettare in tempo delle importanti problematiche della vista che potranno trovare una positiva soluzione proprio grazie alla diagnosi precoce. Lo screening oculistico in età pediatrica assume una notevole importanza permettendo di evidenziare patologie che passerebbero inosservate, in rapporto all’età dei piccoli pazienti. Un intervento terapeutico precoce, nella cura di parecchie affezioni oculari, permette di evitare che l’eventuale patologia in atto possa provocare danni irreversibili sulla funzionalità visiva del piccolo.

Da quando è partito, il progetto ha visto estendersi i controlli visivi precoci su bambini nati nei comuni del Medio Olona (da Cairate a Castellanza), ma anche su bambini di Mestre, Erba, e presto gli esami arriveranno anche a Bologna. In attesa della presentazione dei risultati 2011 a cura della Fondazione Raimondi di Gorla Minore presso la quale vengono effettuati i controlli visivi per i Comuni del Medio Olona, secondo i dati 2010 ben l’11% dei bambini esaminati ha rivelato la necessità di attenzione urgente e sollecita correzione.

“Ogni anno aderisce allo screening più del 70 % delle famiglie e ci auguriamo che anche quest’anno i genitori dei bambini individuati sappiamo cogliere l’opportunità che si offre loro – aggiunge Giorgio Volpi, Sindaco di Olgiate Olona -. Prevenire l’ambliopia ha anche un positivo risvolto socio economico, in quanto numerosi studi al riguardo hanno confermato che la spesa per uno screening visivo preventivo è di gran lunga inferiore a quello sostenuto per far fronte alle ricadute sociali di questa patologia se trascurata. Con ciò faremo risparmiare il cittadino, lo Stato e miglioreremo la qualità della vita dei nostri figli”.

L’importanza del controllo precoce della visione effettuabile aderendo alla campagna di controllo è confermata anche dalle testimonianze di Patrizia e Rosa, entrambe mamme residenti a Olgiate Olona, le cui figlie hanno manifestato il problema dell’ambliopia. L’adesione allo screening ha significato in uno dei due casi l’ottima risoluzione della problematica individuata (la bimba ha effettuato il controllo quando aveva solo nove mesi), mentre nell’altro caso la mancata adesione si è tradotta in una diagnosi tardiva e di più difficile soluzione.

Walter Carnelli, presidente del Lions Club Gorla Valle Olona, ha informato che presto, grazie ad una generosa donazione di un loro socio, il cavalier Vittorio Lazzarotto, sarà presto ridato alla stampe il volumetto Anche le principesse portano gli occhiali scritto nel 2007 da Elisa Raimondi, la ragazzina di Olgiate Olona da cui il progetto prende il nome, per aiutare i bambini che come lei hanno bisogno di indossare lenti magiche per poter continuare a vedere il mondo a colori.

Fonte: http://www.valleolona.com

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: