Riflessioni: Morte e risurrezione C’è risurrezione senza morte? Un percorso di conversione e ravvedimento.

di Pietro Vitale (LC Bari Host)

Queste mie riflessioni a conclusione dell’appuntamento annuale del 30, 31 e 1 aprile 2012, che ha visto   tutti i Soci del  Distretto A/b Apulia a S. G. Rotondo, per il percorso della via Crucis, presieduta dal  Governatore Distrettuale Avv. Luigi DESIATI.

——————————————-

La Chiesa, festeggia la SS.Pasqua, celebrando “la morte e la resurrezione” di Gesù, con tutti i riti e le tradizioni di questa grande festa del mondo cristiano. La Pasqua ci hanno insegnato, o abbiamo letto, è una parola di origini antichissime. Continua a leggere

Annunci

Riflessioni: Cittadini e non sudditi – La “Cittadinanza Attiva” é il contributo Lions alla nostra democrazia partecipativa.

di  Antonio Marchetti ( Distretto Lions 108L)

 La Cittadinanza Attiva é la concretizzazione di ciò che intendiamo per “democrazia partecipata” che è alla base di ogni Paese liberale che rispetta il cittadino in quanto elemento fondante della Società. E´ lo strumento che ci permetterà di essere “cittadini partecipi” di poter intervenire con oculatezza, serenità di giudizio ed intelligenza sulle decisioni, che riguardano la nostra esistenza, da parte dei politici-amministratori.

Continua a leggere

Riflessioni: La differenza che intercorre tra la Croce e il Crocifisso

di Pietro Vitale   ( Club: Bari Host) 

“Grande pena è per il povero procurarsi quello che gli manca, e per il ricco grande fatica è custodire quello che gli avanza”.(Fray Antonio de GUEVARA)

*******************************

Carissimi amici, dopo la mia relazione inviata, sul Percorso di Fede (Via Crucis) in San Giovanni Rotondo, è mio desiderio intrattenerVi su un’altra mia ricerca: la differenza che intercorre tra la Croce e il Crocifisso.  Continua a leggere

Riflessioni: Perchè continuare ad essere lions oggi?

di Pietro Manzella  (LC Palermo dei Vespri)


Ritengo che molti Lions si siano posti e si pongano, ancor di più oggi, questa domanda e continuino a chiedersi pure quale risposta darsi. Sfogliando la rivista LION del Dicembre 2010 tale senso di smarrimento si coglie quasi come “malessere nazionale”.

Ognuno, analizzando il problema dal proprio punto di vista, spesso condivisibile, non ha mai trovato una panacea risolutiva. Sembrerebbe di vivere in un lazzaretto, dove tutti si lamentano, attendono cure, rimedi e soccorsi da altri, nella consapevolezza, però, del proprio malessere, ma rimanendo fermi e, quasi rifiutando, a volte, di lasciarsi curare, come se, per assurdo, si avesse paura di guarire veramente! Continua a leggere